Richiesta danni in caso di incidente mortale

In caso di decesso del danneggiato a causa delle lesioni riportate in un sinistro stradale, il diritto al risarcimento spetta ai prossimi congiunti dello stesso. Esistono varie tipologie di danno per il risarcimento da incidente stradale mortale. Vediamole nel dettaglio. Ringraziamo il team dell’Avv Davide Cornalba per il prezioso contributo – troverai maggiori informazioni sul sito internet dell’Avvocato Davide Cornalba.

Danno da morte  

Il danno da morte – iure hereditatis – consiste nel risarcimento per il danno subito dal defunto. La giurisprudenza ritiene che il diritto al risarcimento del danno da perdita della vita in un incidente stradale mortale sia trasmissibile agli eredi.

Inoltre, come indicato dall’avvocato Davide Cornalba, qualora il decesso non fosse avvenuto contestualmente al sinistro ma solo in seguito, il danno da morte copre anche le eventuali spese mediche, ospedaliere o di trasporto che i familiari del defunto hanno dovuto sostenere nel periodo intercorso tra il sinistro e il decesso.

DAI ANCHE UN’OCCHIATA A:

https:///www.milanomet.it/si-parla-di-infortuni-sul-lavoro-con-lavv-davide-cornalba/

http://itacanews.it/immigrazione-pubblicato-il-libro-dellavv-davide-cornalba-619

https://cafehem.net/avvocato-davide-cornalba-su-prescrizione-del-diritto-al-risarcimento-del-danno/

https:///www.magnatumclub.it/avv-davide-cornalba-lavventura-italiana/

http://www.ripartiredallacultura.it/da-oggi-disponibile-il-libro-dellavv-davide-cornalba-2867/

https://sites.google.com/view/avvdavidecornalba/home-page

Danni patrimoniali

Il risarcimento dei danni patrimoniali comprende le spese pratiche, come, ad esempio, le spese funerarie, e una rendita che vada a sopperire al mancato apporto economico del defunto al bilancio familiare. 

La stipula di una polizza di “assicurazione vita caso morte” prevede che i congiunti dell’assicurato ricevano un indennizzo al momento del decesso dello stesso. 

Esistono due soluzioni diverse di questo tipo di polizza: 

  • temporanea, in cui, in pratica, si stabilisce un periodo in cui deve avvenire il decesso affinché il rimborso sia effettuato. Qualora il contraente venisse a mancare prima o dopo tale periodo, l’assicuratore non è tenuto a effettuare il rimborso;
  • assicurazione vita intera morte, che prevede il pagamento dell’importo dovuto in qualsiasi momento avvenga il decesso dell’assicurato.  

Stipulare una polizza vita sugli infortuni e sul decesso è una scelta responsabile per garantire ai propri cari un futuro più sereno. 

Danni morali

È previsto il risarcimento dei danni morali causati dall’improvvisa scomparsa del lesionato. Si tratta di danni relativi allo stato di profonda sofferenza, turbamento e prostrazione in cui versano i familiari e parenti del defunto in seguito al suo decesso.

Danno esistenziale

Il danno esistenziale riguarda l’alterazione della serenità personale e dell’equilibrio familiare in seguito al decesso del lesionato, e il derivante stato di profondo disagio che preclude lo svolgimento di attività abituali per i familiari del medesimo, con ripercussioni negative sulla sfera sociale, relazionale e sessuale. 

Chi sono i beneficiari del risarcimento 

Il diritto al risarcimento del danno per incidente stradale mortale è riconosciuto ai prossimi congiunti del lesionato, ossia i componenti più stretti del nucleo familiare, quali:

  • genitori;
  • fratelli;
  • coniuge;
  • partner convivente;
  • figli.

Anche altri familiari e parenti meno prossimi del defunto, come nipoti, zii, nonni e cognati, possono far valere il proprio diritto a essere risarciti, dimostrando un’accertata convivenza o documentando la sussistenza di un intenso legame affettivo con il soggetto deceduto.

Plugin optimized by Syrus